Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)

PNRR-Next-Generation-EU-200

Anche il Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno aderisce al Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). Si tratta di un programma di investimenti che l’Italia deve presentare alla Commissione europea nell’ambito del Next Generation EU, lo strumento per rispondere alla crisi pandemica provocata dal Covid-19. In questo contesto, il Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno presenterà una serie di interventi per la messa in sicurezza dei corsi d’acqua affidati alla sua manutenzione e per la valorizzazione e tutela della flora e della fauna.

ENTRA NELLA SEZIONE DEL PNRR

Montaione, 45mila euro per la sicurezza del territorio. Il programma del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno

Montaione (Firenze), 31 maggio 2021 – Quarantacinque mila euro per la sicurezza dei corsi d’acqua di Montaione (Firenze). Il territorio che abbraccia il borgo medievale anche per il 2021 sarà interessato da una serie d’interventi affidati al Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno che puntano a rendere più sicuro il reticolo idraulico.

Con l’arrivo della bella stagione che consente ai tecnici del Consorzio di operare, una parte dei lavori, per un importo totale di 25 mila euro, è già in fase di esecuzione. Di particolare rilevanza il ripristino delle sponde e la messa in opera di una scogliera sul torrente Egola in località Le Mura. Sempre sull’Egola si sta procedendo a rimuovere una serie di alberi che potrebbero ostacolare il deflusso delle acque in autunno, quando la portata dei corsi d’acqua cresce.

San Miniato, mezzo milione di euro per la sicurezza del territorio. Il programma del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno

San Miniato (Pisa), 28 maggio 2021 – Oltre mezzo milione di euro per la sicurezza del territorio di San Miniato (Pisa). A tanto ammonta l’importo dei lavori programmati per il 2021 in carico al Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno. Una serie d’interventi che puntano a rendere più sicuri i corsi d’acqua che scorrono nel territorio del Comune di San Miniato.

Una parte dei lavori, per un importo totale di 100mila euro, sono già stati effettuati e hanno riguardato piccoli corsi d’acqua come i rii San Pietro, Santa Maria ed Ensi (nella foto)  ma anche il torrente Egola. Di particolare rilevanza l’intervento di somma urgenza per il ripristino degli argini sul rio San Bartolomeo (43mila euro).

Manutenzione dei fiumi per 11,5 milioni di euro. Il punto del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno

20 maggio 2021 – Sfalci, tagli di alberature, cura delle opere idrauliche e di bonifica. È la manutenzione ordinaria, che abbraccia i grandi fiumi come i piccoli canali che compongono il reticolo idraulico del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno. Una serie di attività al centro della “Giornata delle manutenzioni” voluta da Regione Toscana e ANBI Toscana per fare il punto sullo stato dell’arte degli investimenti, e dei relativi risultati, sui corsi d’acqua toscani.

«A partire dal mese di maggio sono iniziati i lavori di manutenzione sui corsi d’acqua del comprensorio che proseguiranno per tutta l’estate fino ai mesi di ottobre/novembre per mettere in sicurezza il reticolo in vista della stagione delle piogge – spiega Maurizio Ventavoli presidente del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno -. I lavori di manutenzione, che si divide in ordinaria e straordinaria, sono finanziati in parte con fondi del Consorzio e in parte con fondi della Regione Toscana per le seconde categorie: l’Arno, lo Scolmatore, una parte del fiume Era, il bacino di Roffia».

Parco Fluviale Castelfranco, accordo tra Comune e Consorzio

Rendere più accessibile il Parco Fluviale dell’Arno, garantire ai cittadini la possibilità di svolgere attività fisica all’area aperta durante l’emergenza Covid e valorizzare una grande area verde in prossimità del centro abitato da anni al centro delle attenzioni dell’amministrazione comunale.

Sono questi gli obiettivi che stanno alla base della convenzione approvata nell’ultima seduta dalla Giunta comunale di Castelfranco di Sotto tra Comune di Castelfranco di Sotto e Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno, presentata stamani all’inizio dei lavori alla presenza del sindaco di Castelfranco di Sotto, Gabriele Toti; del presidente del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno, Maurizio Ventavoli; dell’assessore all’ambiente, Federico Grossi, e dell’Ing. Lorenzo Galardini, responsabile del settore manutenzioni del Consorzio.

Avviso pubblico per la raccolta di manifestazioni di interesse per il conferimento dell’incarico di Direttore Generale del Consorzio di bonifica 4 Basso Valdarno ai sensi dell’art. 21 della L.R. 79/2012 e ss.mm.ii

Con Decreto del Presidente n. 6 del 8 agosto 2019 è stato approvato l’ Avviso pubblico per la raccolta di manifestazioni di interesse per il conferimento dell’incarico di Direttore Generale del Consorzio di bonifica 4 Basso Valdarno ai sensi dell’art. 21 della L.R. 79/2012 e ss.mm.ii.

L’Avviso e i relativi allegati sono stati pubblicati sul BURT del 14 agosto 2019 – Parte Terza n. 33.

Le manifestazioni di interesse dovranno essere recapitate entro e non oltre le ore 12:00 del 30/08/2019.

L’avviso ed i relativi allegati (pubblicati nell’Area Amministrazione Trasparente_ selezione del personale_ reclutamento del personale) possono essere scaricati ai seguenti link:

 

Decreto del Presidente n. 16 del 27/04/2021

 

San Miniato: il rio San Bartolomeo è più sicuro Conclusi i lavori del Consorzio di Bonifica Basso Valdarno

Pisa, 24 marzo 2021 – In poco più di un mese il rio San Bartolomeo a San Miniato (PI) è tornato ad essere sicuro. Sono stati infatti portati a termine i lavori per la messa in sicurezza del corso d’acqua annunciati a metà febbraio dal Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno. I lavori hanno interessato l’area interessata fra la SS Tosco-Romagnola, nella zona di La Catena, e il sottopasso della SGC Firenze-Pisa-Livorno.

Un patto per l’Arno: ecco il Contratto di fiume del grande corso d’acqua toscano. Ha preso ufficialmente il via il progetto di sviluppo sostenibile

Firenze, 22 marzo 2021 – Al via il Contratto di Fiume dell’Arno. In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, l’Autorità di Bacino dell’Appennino Settentrionale ha organizzato un webinar per dare ufficialmente il via a “Un patto per l’Arno”, il Contratto di Fiume che abbraccia l’intera asta fluviale del grande corso d’acqua toscano. Un ‘contratto dei contratti’ per raccogliere e valorizzare le iniziative green che ruotano attorno all’Arno.

Al Contratto hanno aderito, oltre all’Autorità di Bacino, i tre Consorzi di Bonifica che operano lungo l’asta dell’Arno, CB2 Alto Valdarno, CB3 Medio Valdarno e CB4 Basso Valdarno, Anci Toscana e 49 Comuni (tutti i rivieraschi più alcuni limitrofi al fiume). L’obiettivo dei firmatari è quello di sviluppare una visione comune per la gestione dei rischi e la valorizzazione dei territori in ottica di uno sviluppo durevole e sostenibile.

AVVISO PUBBLICO FINALIZZATO ALLA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI, IMPRENDITORI AGRICOLI SINGOLI E SOCIETÀ COOPERATIVE E LORO CONSORZI AGRICOLO-FORESTALI PER AFFIDAMENTI DI LAVORI AI SENSI DELL’ART. 36 D.Lgs. 50/2016, del D.Lgs. 228/2001 e del D.Lgs. 227/2001

Rio della Croce messo in sicurezza. Conclusi i lavori di manutenzione affidati dal Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno per 52mila euro

Conclusi i lavori di manutenzione ordinaria sul rio della Croce, canale che attraversa la frazione capoluogo del Comune di San Giuliano Terme, per un importo totale di circa 52 mila euro. L’impresa a cui il Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno aveva affidato i lavori di manutenzione per mantenere in sicurezza il corso d’acqua ha impiegato due mesi per ripristinare la funzionalità del rio della Croce.

“Interventi di manutenzione come questi sono importanti per mantenere in efficienza, e quindi in sicurezza, i corsi d’acqua – commenta Maurizio Ventavoli, presidente del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno -. Si tratta di lavori che fanno parte della mission del Consorzio che ogni giorno, attraverso piccoli e grandi interventi, vigila sul territorio”.