Camminamenti lungarni pisani

OGGETTO: D.L. 91/14-D.L.133/14 – Interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico – “Ripristino officiosità idraulica nei corsi d’acqua del Bacino Basso ValdarnoMacrocategoria: Interventi sulle opere murarie – Ripristino e messa in sicurezza camminamenti lungarni pisani, all’interno dell’abitato della città di Pisa”– Intervento di cui all’Allegato A al Quarto Atto Integrativo dell’A.d.P. MATTM – Regione Toscana del 03/11/2010, di cui all’Ordinanza del Commissario di Governo contro il dissesto idrogeologico n. 59 del 23/05/2019, individuato con il codice Rendis 09IR773/G1_15 – Importo progetto € 462.845,11 – (CUP: C13H19000140002) – Indizione Conferenza di Servizi decisoria in forma semplificata e in modalità asincrona.

Basso Valdarno, in arrivo gli avvisi per il contributo di bonifica 2019. Le scadenze e i riferimenti per fare chiarezza

Pisa, 12 febbraio 2020 – In questi giorni sono in consegna gli avvisi di pagamento relativi al contributo di bonifica del Consorzio 4 Basso Valdarno per l’anno 2019. Lo riceve ogni consorziato proprietario di immobili nel territorio del Basso Valdarno. Con il pagamento si contribuisce, appunto, alle spese sostenute dal Consorzio per la manutenzione delle opere idrauliche e dei corsi d’acqua nel 2019. L’importo è commisurato al “beneficio” che l’immobile riceve dall’attività del Consorzio. Tutti i riferimenti normativi e le spiegazioni principali su calcolo degli importi, modalità e scadenze di pagamento sono riportati nella lettera che accompagna il bollettino.

Contestualmente sono in arrivo anche i solleciti di pagamento del tributo anno 2018, con scadenza 16 marzo 2020: saranno recapitati a tutti quei contribuenti che secondo la rendicontazione del Consorzio (fatta ad ottobre 2019) non risultavano aver provveduto al pagamento. Come riportato sull’avviso sotto la dicitura “Sollecito di pagamento”, se il contribuente ha già provveduto al pagamento dell’avviso deve ritenere nulla tale richiesta.

Per qualsiasi problema o richiesta di chiarimento sugli avvisi bonari i contribuenti possono rivolgersi agli uffici dedicati telefonando a uno dei tre numeri verdi presenti sugli avvisi (il martedì e il giovedì dalle 9 alle 12): 800 391 760 (Pisa), 800 645 303 (Ponte Buggianese), 800 308 229 (Ponte a Egola); scrivendo a catasto@c4bassovaldarno.it o segreteria@pec.c4bassovaldarno.it. È inoltre possibile recarsi negli uffici presenti nella sede di Pisa (via San Martino, 60), nella sede di Ponte Buggianese (via della Libertà, 28) e nella sede di San Miniato (località Ponte a Egola, via Curtatone e Montanara, 49/C) lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 e martedì e giovedì dalle 15 alle 16.30.

FESTA DELLA TOSCANA – PISA “PERLA DEL REGNO” – Acque, Monti, Terre e Bonifiche

Con Genio Civile, Consorzio 4 Basso Valdarno, Comune di Pisa e l’associazione Eta Beta Onlus 5 diversi eventi a Pisa nella prima settimana di febbraio tra Lab e itinerari tra acque e terra pisana

Appuntamenti per tutti sabato 8 febbraio alle ore 14.00 e domenica 9 febbraio alle ore 9.00. Appuntamenti per le classi delle scuole giovedì 6 febbraio, venerdì 7 e sabato 8 febbraio dalle ore 8.00 in poi

Pisa è stato un porto di mare e di fiumi anche se il suo centro si trova lontano dalla costa, eppure il suo carattere è quello della città marittima, e dall’acqua essa è tutt’oggi circondata da ogni lato. Riscopriamo questa vocazione cittadina sabato 8 febbraio che la portò nei secoli a conquiste nell’oltremare, ma anche al controllo delle terre dell’interno nel giorno di domenica 9 febbraio 2020

La visita guidata rientra nel ricco calendario delle iniziative per la celebrazione della Festa della Toscana ed è organizzata dal l’Associazione Eta Beta Onlus e Consorzio 4 Basso Valdarno, in collaborazione con ANBI Toscana e Associazione G.B. Landeschi.

Il programma pisano è particolarmente ricco tanto da dover essere diviso in giornate distinte. Sabato si esploreranno in bici i siti dell’Arno e delle acque che si gettano nel Mar Tirreno partendo dalla zona di Porta a Mare, luogo evocativo del viaggio verso la dimensione liquida del mare. Domenica -sempre in bici- sarà la volta dell’interno rintracciando e seguendo poi in controcorrente acque e strade che entrano in città.

Facendosi guidare da studiosi e tecnici del settore si scopriranno i tantissimi scorci e località legati alla pisanità, ed in generale degli abitanti odierni e passati del Basso Valdarno. Protagonisti “in absentia” di questi itinerari saranno le istituzioni dell’antica Repubblica, i Granduchi Medici e poi i Lorena, tutti interessati a proporre per la città un ruolo di primato a livello regionale e mediterraneo.

Plastiche nel Padule di Fucecchio: il punto del Consorzio 4 Basso Valdarno. Il presidente Ventavoli: “Pronti a sperimentare tecniche innovative come le barriere mobili già utilizzate sul Fiume Morto”

Pisa, 2 gennaio 2020 – «Il Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno è pronto a incrementare il proprio impegno nella pulizia del Padule di Fucecchio». A prendere la parola sul dibattito che in questi giorni è stato sollevato dall’Associazione Amici del Padule di Fucecchio è il presidente del Consorzio, Maurizio Ventavoli. «È bene precisare – spiega – che siamo già impegnati su questo fronte da anni e che non si tratta per il Consorzio di un lavoro nuovo. Purtroppo la quantità di plastica che arriva nei nostri fiumi e che si deposita nei bacini d’acqua è sempre maggiore, così come quella che finisce in mare. Si tratta di una problematica che ha conosciuto un aumento esponenziale negli ultimi anni e, proprio per questo, stiamo studiando nuove soluzioni. Siamo assolutamente disponibili a confrontarci con tutti i soggetti preposti per idee e tecniche d’intervento innovative, che aiutino a tenere sotto controllo il problema, ma anche a gestirlo all’origine. Va infatti detto che il fenomeno della plastica nel Padule di Fucecchio non può essere affrontato solo in loco. La maggior parte dei rifiuti arriva da monte, trasportata dai corsi d’acqua ed è qui che bisogna principalmente agire». E il Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno è già ponto a studiare la situazione sulla base di altre esperienze maturate in questi anni. «Stiamo portando avanti una sperimentazione simile sul Fiume Morto – spiega il presidente Ventavoli – dove sono state applicate delle barriere mobili per bloccare il trasporto di plastiche e altri rifiuti verso il mare. Il nostro Consorzio sta già affrontando la tematica della plastica su corsi d’acqua e impianti idrovori in altre zone umide, con la collaborazione tecnicoscientifica dell’Università, per intercettare le plastiche e capire al meglio la loro provenienza».

Rifiuti3

Buon Natale e felice anno nuovo

cb4 auguri-01

Consorzio Basso Valdarno, uffici operativi durante le festività

Pisa, 12 dicembre 2019 – Il Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno riduce al minimo i giorni di chiusura in occasione delle festività. In particolare, gli uffici saranno regolarmente aperti al pubblico nella giornata di venerdì 27 dicembre con il consueto orario, ovvero dalle 9 alle 12. Gli uffici resteranno invece chiusi nei giorni dì martedì 24 e martedì 31 dicembre.

Tre le sedi del Consorzio in cui è possibile recarsi per informazioni o segnalazioni: a Pisa, in via San Martino 60 (tel. 050.505411); a Ponte Buggianese (Pistoia) in via della Libertà 28 (tel. 0572.93221); a Ponte a Egola (San Miniato, Pisa) in via Curtatone e Montanara 49 c (tel. 0571.43448). Gli uffici sono aperti lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12; martedì e giovedì dalle 15 alle 16.30.

Inoltre, per avere informazioni riguardo ad avvisi di pagamento bonari o cartelle dell‘Agenzia Entrate – Riscossione, oltre ai contatti telefonici delle sedi, è possibile chiamare (il martedì e giovedì dalle ore 9 alle 12), i numeri verdi gratuiti: 800 391 760 (Sede di Pisa), 800 645 303 (sede di Ponte Buggianese), 800 308 229 (sede di Ponte a Egola).

Info: www.c4bassovaldarno.it

Il Bacino del Roffia: la prevenzione attraverso la tecnologia 4.0


Bacino del Roffia – le attività Consorzio e CNR

Rizzo, Rossi, Ventavoli Rizzo, Rossi, Berton, Ventavoli

“ARNO sicuro. Pulito. Da vivere”: il Consorzio 4 Basso Valdarno presente alla mostra allestita a Firenze presso le sale espositive Carlo Azeglio Ciampi e Zap

Pisa, 8 novembre 2019

Lo stretto rapporto che unisce l’Arno con il territorio aretino, fiorentino e pisano è rappresentato nella mostra “Arno sicuro. Pulito. Da vivere” che si è aperta il 4 novembre e che sarà visitabile fino al 21 novembre presso le sale espositive Carlo Azeglio Ciampi (Via de’ Pucci 16) e ZAP – Zona Aromatica Protetta (Vicolo di Santa Maria Maggiore 1).

Una mostra multimediale ed uno spazio che ospita tanti eventi ed incontri per far conoscere al pubblico il nostro grande fiume toscano, grande fonte di ricchezza idrica, ambientale e di biodiversità, e che è affidato anche ai consorzi di bonifica per la manutenzione.

Dalla grande alluvione del 1966 molto è stato fatto in termini di sicurezza, grandi opere che costituiscono la risorsa pubblica per la prevenzione dei disastrosi e sempre più frequenti eventi meteorologici.

Martedì 19 novembre dalle ore 10,00, presso le sale espositive Carlo Azeglio Ciampi, il Consorzio 4 Basso Valdarno, insieme al Consorzio 2 Alto Valdarno e al Consorzio 3 Medio Valdarno, interverrà all’incontro “La manutenzione dei corpi idrici e delle sponde: il ruolo dei consorzi di bonifica”:
– Alessandro Mazzei, Direttore AIT
– Massimo Lucchesi, Segretario Autorità di Distretto
– Serena Stefani, Presidente del Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno
– Marco Bottino, Presidente del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno
– Maurizio Ventavoli, Presidente del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno
– Federico Preti, Dipartimento Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari, Ambientali e Forestali-UNIFI

Info e programma completo delle iniziative su: vivilarno.it

mostra-vivi-arno-firenze-2019

Puliamo il mondo in golena d’Arno

Pisa, domenica 27 ottobre

“Puliamo il mondo in golena d’Arno”
Appuntamento alle ore 9.30 viale delle Piagge (bar Lilli)

Dopo il rinvio a causa del maltempo, la prevista edizione di Puliamo il Mondo 2019, si svolgerà domenica 27 ottobre per pulire e recuperare un tratto di golena d’Arno. Lì si potrebbero prolungare le passeggiate sul viale delle Piagge se il percorso non fosse deturpato dai rifiuti di ogni genere abbandonati da cittadini che non amano la bellezza del luogo.

L’iniziativa, promossa dal 1992 da Legambiente in tutta Italia, ha la adesione del Comune di Pisa. «Si tratta di un punto particolarmente sensibile – spiega l’assessore all’ambiente Filippo Bedini – e interessato dalle correnti dell’Arno che vi depositano rifiuti e materiale vario. Pertanto, con questa giornata vogliamo riuscire a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di tenere pulite non solo le nostre coste e il territorio ma anche il fiume che è il cuore della nostra città».

Anche il Consorzio 4 Basso Valdarno partecipa alla manifestazione contribuendo alla pulizia del verde invasivo purtroppo intrecciato dai rifiuti. «La pulizia in questo tratto dell’Arno, oltre che particolarmente significativa per la tutela di un’ambiente che conserva netti tratti di biodiversità, ci permette di far conoscere ai cittadini tutte quelle problematiche dovute all’abbandono sconsiderato dei rifiuti e che impattano quotidianamente nelle nostre attività per la sicurezza idraulica» commenta il Presidente del Consorzio 4 Basso Valdarno Maurizio Ventavoli.

L’appuntamento è alle ore ore 9.30 all’estremo periferico del viale delle Piagge e i lavori si protrarranno per tutta la mattina.

Comune e Consorzio hanno provveduto all’acquisto dei kit con i materiali utili per i lavori che saranno distribuiti con la collaborazione dei volontari di Legambiente Pisa.
Gli organizzatori si augurano che i cittadini partecipino numerosi in una giornata di volontariato attivo per un’area forse poco conosciuta, ma di grande bellezza e interesse naturalistico.

Locandina Pisa 27 ottobre 2019

Con l’elezione dei componenti dell’Ufficio di Presidenza si completa la governance del Consorzio 4 Basso Valdarno

Pisa, 18 ottobre 2019

Nell’assemblea consortile di martedì 15 ottobre è stata deliberata l’elezione degli altri due componenti dell’Ufficio di Presidenza che affiancheranno il Presidente Maurizio Ventavoli eletto nell’assemblea del 26 luglio u.s.

All’unanimità sono stati eletti Federigo Federighi in qualità di Vice Presidente e il Sindaco di San Miniato Simone Giglioli come terzo membro.

Si completa così la governance del Consorzio 4 Basso Valdarno: con la designazione all’interno dell’organo di indirizzo politico di rappresentanti della Valdinievole, dell’Area Pisana e della Valdera si rappresenta quindi tutto il comprensorio.

Dei 28 membri componenti l’assemblea, 15 sono stati eletti nella tornata elettorale dello scorso aprile, 12 sono i nominati tra i sindaci del comprensorio dal Cal (Comitato delle Autonomie Locali), mentre Paolo Feri è stato nominato lo scorso 23 luglio dal Consiglio della Regione Toscana.

“L’elezione dei due consiglieri consortili a componenti dell’Ufficio di Presidenza definisce perfettamente la mia idea di “comprensorio”, un territorio cioè che, se pure nella sua diversità per morfologia, rischio idrologico e caratteristiche sociali, è tutelato nella sua totalità. A Federigo Federighi e Simone Giglioli, che mi affiancheranno alla guida del Consorzio, i miei migliori auguri di buon lavoro” il commento del Presidente Maurizio Ventavoli.

Ufficio di Presidenza - Ventavoli, Federighi, Giglioli